Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Didattica Corsi di studio Classe LM-37 - Lingue, culture e traduzione letteraria

Classe LM-37 - Lingue, culture e traduzione letteraria

Su questa pagina troverete una descrizione generale del Corso di laurea magistrale in Lingue, culture e traduzione letteraria, e gli sbocchi professionali previsti.
Se state cercando informazioni relative ai requisiti di accesso al corso o alle caratteristiche della prova finale, seguite il relativo link in fondo alla pagina.

 

DESCRIZIONE DEL PERCORSO

Il corso in Lingue, culture e traduzione letteraria intende formare laureati magistrali con elevate e approfondite competenze teoriche, metodologiche e critiche relativamente a due lingue e le relative letterature e culture.
Il corso di studio prevede lo studio di due lingue straniere - di cui almeno una euroamericana - e della relativa letteratura. Le lingue e letterature offerte sono: inglese (o, in alternativa, angloamericano), francese, tedesco, spagnolo e russo, più due lingue extraeuropee: arabo e cinese. Sia la prima lingua e letteratura sia la seconda sono biennalizzate e prevedono l'acquisizione di 15 CFU ciascuna, per un totale di 60 dei 120 CFU previsti nel Corso di laurea magistrale. I corsi di Lingua e traduzione prevedono attività di didattica integrativa ('lettorato') condotte da lettori e collaboratori ed esperti linguistici (CEL) di madrelingua. Queste attività si svolgono su base annuale e consistono in esercitazioni in aula o in laboratorio volte a perfezionare le competenze linguistiche degli studenti. Le prove scritte delle varie lingue hanno come obiettivo la valutazione del raggiungimento dei livelli di competenza che tali esercitazioni concorrono a perfezionare, e sono strutturate di conseguenza.
Il corso di studi permette la specializzazione in tre aree distinte, che possono però essere combinate liberamente: l'area filologica-linguistica, l'area traduttiva e l'area glottodidattica. Oltre alle lingue e letterature straniere, al primo anno del corso gli studenti studieranno una materia storica, sempre attingendo a un'ampia offerta, atta a favorire maggiormente i contesti storici-politici delle aree geografiche corrispondenti alle lingue e letterature scelte. Sempre al primo anno, gli studenti potranno scegliere tra due filologie (romanza e germanica) e un ventaglio di materie appartenente ai settori di Glottologia e linguistica (L-LIN/01) e didattica delle lingue moderne (L-LIN/02); avranno l'opportunità di approfondire ulteriormente l'area di interesse scegliendo tra un'ampia gamma di insegnamenti che spaziano dalla letteratura italiana e internazionale, all'ambito artistico-performativo, oltre a una serie di moduli didattici generali e disciplinari.
Il secondo anno del corso è dedicato all'approfondimento delle due lingue e letterature, allo studio di una materia a libera scelta, all'attività di stage curricolare e alla preparazione ed elaborazione della tesi di laurea magistrale.

Sulla base di accordi bilaterali con università europee ed extra-europee il Corso di laurea offre la possibilità di svolgere periodi di studio all'estero riconoscendo gli esami sostenuti presso l'università ospitante. Organizza inoltre, in accordo con enti pubblici e privati, stage e tirocini curricolari ed extracurricolari.

La prova finale della laurea magistrale è costituita da una tesi scritta, che dovrà avere carattere di originalità e sarà svolta sotto la guida di un docente. Una parte della discussione si svolgerà in lingua straniera.

 

Al termine del percorso formativo i laureati magistrali avranno acquisito avanzata conoscenza e comprensione:
- nell'uso di almeno due lingue straniere;
- della storia delle letterature delle lingue studiate, comprendendone non solo la dimensione linguistica, ma anche quella culturale e sociale;
- delle discipline di tipo linguistico-glottologico, filologico e storico, anche a rafforzamento delle scelte operate nell'ambito dei percorsi formativi di tipo triennale.
Saranno in grado di:
- applicare le conoscenze linguistiche e metalinguistiche (sia per quanto riguarda le lingue di specializzazione, sia quella italiana), nonché quelle teoriche e metodologiche, alla critica e all'analisi di testi di alta complessità stilistica, con particolare riferimento alle opere letterarie;
- applicare le elevate capacità traduttive delle lingue di specializzazione (competenze teoriche, metodologiche e stilistiche relative alle tecniche della traduzione) alla resa in traduzione di opere letterarie e non;
- applicare elevate capacità di autonomia e di problem solving, anche in contesti differenti e interculturali o in situazioni non familiari in ambito lavorativo o di studio.

Al compimento degli studi, con l’acquisizione dei 120 crediti complessivi previsti, è conseguita la laurea magistrale in Lingue, culture e traduzione letteraria (Classe LM-37).

 

SBOCCHI PROFESSIONALI

Grazie alla capacità critiche acquisite con lo studio delle lingue, delle letterature e delle culture straniere, al perfezionamento delle abilità traduttive, soprattutto nel campo della traduzione letteraria, i laureati magistrali in Lingue, culture e traduzione letteraria potranno operare nei settori della traduzione di opere letterarie e saggistiche e della consulenza editoriale, con elevate competenze di carattere linguistico, filologico e storico/letterario.
Gli sbocchi lavorativi previsti sono, con funzioni di elevata responsabilità,
- negli istituti di cooperazione internazionale;
- nelle istituzioni culturali italiane all'estero e nelle rappresentanze diplomatiche e consolari;
- in enti ed istituzioni nazionali e internazionali;
- nelle case editrici italiane e straniere;
- nella scuola secondaria inferiore e superiore.
L'accesso ad attività professionali in enti pubblici, nazionali e internazionali è regolato da norme comunitarie, nazionali o regionali: pertanto i laureati magistrali potranno accedervi solo dopo aver completato e superato i corsi e/o concorsi previsti dalla normativa.

L'offerta didattica del Corso di laurea magistrale in Lingue, culture e traduzione letteraria (Classe LM-37) permette - previa acquisizione di tutti i requisiti richiesti dalla normativa vigente - di accedere ai percorsi d'accesso per l'insegnamento delle lingue straniere e della lingua italiana per discenti di lingua straniera nella scuola secondaria.

Si precisa altresì che il possesso del titolo di laurea magistrale in Lingue, culture e traduzione letteraria (Classe LM-37) permette l'accesso, previo concorso, al terzo livello di studi.

 

LINKS UTILI

Piano degli studi

Pagine Web dei docenti di ruolo

Pagine Web dei docenti a contratto

Pagine Web dei lettori / CEL

Requisiti di accesso

Prova finale